Partita catastale ditta catastale e partite speciali

partita catastale e ditta catastale differenze

La Partita Catastale

La partita catastale era un elemento unitario di inventariazione, ossia ditta più il carico di particelle, detto più semplicemente, era un numero che identificava l’insieme dei beni immobili appartenenti a una stessa ditta, in pratica sostituiva il nome della ditta con un numero.

Con l’avvento del nuovo sistema informatico catastale la partita catastale è scomparsa, lasciando il posto al semplice nominativo degli intestatari del bene: la ditta catastale.

La Ditta Catastale

La Ditta Catastale è semplicemente il nominativo dell’intestatario dell’immobile.

Le ditte catastali sono aggiornate tramite presentazione di domanda di voltura, nella quale si indicano le unità immobiliari da trasferire e i nuovi soggetti da intestare.

Alla domanda di voltura si allega copia dell’atto di compravendita o della denuncia di successione e la visura catastale.

Le domande di voltura sono elaborate, in un secondo tempo, dagli uffici, pertanto non sempre il proprietario di un bene è aggiornato in catasto.

Come per gli elaborati tecnici, è in uso da alcuni anni la voltura automatica, che permette ai notai la presentazione di domanda di voltura attraverso supporto informatico; in tali casi, ovviamente, l’aggiornamento della ditta è immediato.

Partite Catastali speciali

La partita A, che è quella dei beni comuni non censibili, sono tali, p.e., le corti condominiali, gli androni e le scale, i ballatoi, i locali tecnici, in breve, tutti quegli accessori, comuni a più di una ditta, che non possono produrre reddito proprio.

La partita 0, o dei beni comuni censibili, che sono quegli accessori comuni che, invece, possono produrre reddito, come i ripostigli, le lavanderie, le autorimesse, ecc.

La partita C è la partita degli immobili spenti, (partita catastale soppressa) ossia quelle unità immobiliari che, a seguito di una variazione, sono state soppresse.

Se, p.e., un grande appartamento, identificato col foglio 10, mappale 10, subalterno 10, dovesse essere diviso in due unità immobiliari, che poi saranno vendute separatamente, l’operazione che si farà sarà sopprimere il sub.10 e costituire due nuovi sub. (i primi disponibili che, mettiamo, siano il 20 e il 21); a seguito del suo frazionamento il sub.10 viene inserito a partita C.