Fabbricati rurali censiti al Catasto Terreni

fabbricati rurali

Come noto l’articolo 13 del D.L. n. 201 del 6.12.2011, ai commi 14-ter e 14-quater, ha stabilito l’obbligo di dichiarare al catasto edilizio urbano, entro il 30.11.2012, i fabbricati rurali censiti al catasto terreni. Si comunica che nel corso del corrente anno l’Ufficio Provinciale del Territorio effettuerà una verifica a tappeto relativamente ai fabbricati rurali e, nei casi in cui il Comune competente non abbia già attivato una richiesta di regolarizzazione, ai sensi dell’art. 1, comma 336 della Legge 311/2004 – inizierà il previsto iter finalizzato all’aggiornamento catastale, ove necessario, ai sensi dell’articolo 1, comma 277 della legge 244/2007 in sostituzione del soggetto inadempiente e applicando le sanzioni previste dalla Legge. Giova sottolineare che per il mancato accatastamento sono previste sanzioni comprese tra un minimo di € 1.032 ad un massimo di € 8.264.

Qualora, invece, il possessore proceda autonomamente all’iscrizione in catasto, potrà beneficiare dell’istituto del ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni che, considerando il tempo già trascorso dal termine di legge per l’adempimento, si riducono ad 1/6 degli importi sopra indicati.
Si precisa che sono esclusi dal predetto obbligo gli immobili che non costituiscono oggetto di inventariazione ai sensi dell’articolo 3, comma 3, del Decreto del Ministero delle Finanze 2.1.1998 n. 28 e quelli ricadenti nei seguenti casi:

  1. ruderi (immobili che presentano crolli delle strutture orizzontali e/o verticali il cui recupero prevede la totale demolizione) per i quali il possessore potrà presentare apposito Modello 26 per l’aggiornamento al Catasto terreni;
  2. immobili collabenti (fabbricati attualmente inagibili ma recuperabili con interventi di straordinaria manutenzione o ristrutturazione), i quali potranno essere facoltativamente dichiarati al Catasto Fabbricati come “ Unità collabenti (categoria F/2)”, mediante dichiarazione Docfa redatta da un tecnico professionista.

Si comunica poi che a partire dal 16.01.2017 sono reperibili sul sito internet dell’Agenzia gli identificativi di tutti i fabbricati rurali ancora censiti al catasto Terreni