Ecobonus 2017 : quali sono le opere agevolabili

ecobonus 2017

Ecobonus 2017: posticipata la scadenza al 31 dicembre 2017.

La Legge di bilancio 2017 posticipa  la scadenza dell’ ecobonus 2017 del 65%, che sarà didpomibile per i contribuenti ancora per un anno. Nelle singole unità immobiliari si potrà sfruttare l’incentivo fino al 31 dicembre 2017. Ma ancora più diluito è il termine per gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali: 31 dicembre 2021.

La detrazione vale sempre per alcune categorie di lavori con massimi di sconto differenti. I bonus più significativi per la riqualificazione globale di edifici (100mila euro), interventi su pareti, tetti e solai, sostituzione serramenti e infissi, installazione di pannelli solari (60mila euro). La riduzione dall’Irpef o dall’Ires continua a essere ripartita in dieci rate annuali di pari importo.

Le novità riguardano le percentuali di sconto per la riqualificazione di parti comuni degli edifici condominiali. La detrazione può raggiungere il 75% se le opere sono finalizzate a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva.

Facciamo un po’ di chiarezza sulle opere agevolabili dall’ ecobonus 2017 prima e dopo la legge di bilancio :

  1. Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici e industriali. Art. 1 comma 346 legge 296/2006
  2. Sostituzione di impianti di riscaldamento con caldaie e condensazione. Art. 1 comma 346 legge 296/2006
  3. Sostituzione del vecchio impianto con pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia. Art. 1 comma 286 legge 244/2007
  4. Sostituzione di scaldacqua tradizionali con modelli a pompa di calore. Art. 4 comma 4 Dl 201/2011
  5. Interventi su strutture opache verticali (pareti o cappotti), strutture (coperture o pavimenti) , finestre con infissi, che rispettino i requisisti di trasmittanza del Dm Sviluppo 11 marzo 2008 (all. B) Art. 1 comma 345 legge 296/2006
  6. Riqualificazione energetica generale di edifici che consegua un fabbisogno di energia primaria inferiore al 20% ai valori del Dm Sviluppo 11 marzo 2008 (All. A) Art. 1 comma 344 legge 296/2006
  7. Acquisto e posa di schermature solari indicate nell’allegato M al Dgls. 311/2006. Art. 14 comma 2 lettera b Dl 63/2013
  8. Acquisto e posa di impianti con generatori di calore a biomasse (pellets, cippato, ecc.). Art. 14 comma 2-bis lettera b Dl 63/2013
  9. Dispositivi multimediali per il controllo da remoto per riscaldamento e climatizzazione. Art. 1 comma 88 legge 208/2015
  10. Riqualificazione energetica che interessi almeno il 25% della superficie disperdente lorda dell’involucro dell’edificio (solo su parti comuni condominiali). Art. 14 comma 2-quater Dl 63/2016
  11. Interventi per migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva che conseguano almeno la qualità media di cui al Dm Sviluppo 26 giugno 2015 (solo su parti comuni condominiali). Art. 14 comma 2-quater Dl 63/2016
ecobonus 2017 – detrazioni fiscali – detrazioni fiscali 2016 – ristrutturazione edilizia 2016 – detrazione fiscale – ecobonus 2016 – schermature solari – detrazioni risparmio energetico – bonus ristrutturazioni 2017 – detrazione risparmio energetico – detrazioni fiscali risparmio energetico – legge risparmio energetico